Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

Ansia sociale: cos’è

In questo articolo vedremo cos’è l’ansia sociale, e inoltre le cause, i sintomi, e le strategie di gestione dell’ansia sociale. L’ansia sociale o fobia sociale, è un disturbo d’ansia caratterizzato da una paura intensa e persistente delle situazioni sociali in cui una persona potrebbe essere giudicata o valutata negativamente.

Chi soffre di ansia sociale tende ad evitare o ad affrontare con grande difficoltà situazioni come tenere discorsi in pubblico, partecipare a incontri sociali, incontrare nuove persone o persino svolgere attività quotidiane come mangiare o bere in presenza di altre persone.

Ansia sociale: cause

Le cause dell’ansia sociale possono essere diverse e comprendere fattori genetici, ambiente familiare, modelli di comportamento appresi o esperienze traumatiche.

Questi fattori possono interagire tra loro in modo complesso, e la causa specifica dell’ansia sociale può variare da persona a persona. Spesso, una combinazione di molteplici fattori contribuisce allo sviluppo dell’ansia sociale.

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

“L’ansia sociale è come un’ombra che segue ogni mio passo, alimentata dalla paura di essere respinti o ridicolizzati.”

Sarah Wilson

Ansia sociale: sintomi

L’ansia sociale può manifestarsi attraverso una varietà di sintomi fisici ed emotivi. I sintomi fisici includono:

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione
  • palpitazioni
  • tremori
  • sudorazione eccessiva
  • tensione muscolare
  • difficoltà di respirazione
  • nausea
  • disturbi gastrointestinali
  • secchezza delle fauci
  • vampate di calore
  • arrossamenti
  • mal di testa

Da un punto di vista emotivo le persone con ansia sociale possono sperimentare una paura intensa di essere giudicate o umiliate, sensazioni di imbarazzo, autocommiserazione, bassa autostima e preoccupazione costante per il proprio comportamento o le proprie azioni nei contesti sociali.

Diagnosi ansia sociale DSM-5-TR

Di seguito riporterò i criteri per la diagnosi di ansia sociale secondo il DSM-5-TR. Si tratta dell’ultima edizione rivisitata del DSM-5 (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali), pubblicato dall’APA (American Psychiatric Association) nel 2013 ed uscito in versione rivisitata in Italia nel 2023.

I nuovi criteri diagnostici per la diagnosi di ansia sociale secondo il DSM-5-TR sono i seguenti:

A) Paura o ansia marcate relative a una o più situazioni sociali nelle quali l’individuo è esposto al possibile esame degli altri. Gli esempi comprendono interazioni sociali (per es., avere una conversazione, incontrare persone sconosciute), essere osservati (per es., mentre si mangia o si beve) ed eseguire una prestazione di fronte ad altri (per es., fare un discorso).

B) L’individuo teme che agirà in modo tale o manifesterà sintomi di ansia che saranno valutati negativamente (cioè saranno umilianti o imbarazzanti; porteranno al rifiuto o risulteranno offensivi per altri).

C) Le situazioni sociali temute provocano quasi invariabilmente paura o ansia.

D) Le situazioni sociali temute sono evitate oppure sopportate con paura o ansia intense.

E) La paura o l’ansia sono sproporzionate rispetto alla reale minaccia posta dalla situazione sociale e al contesto socioculturale.

F) La paura, l’ansia o l’evitamento sono persistenti e durano tipicamente 6 mesi o più.

G) La paura, l’ansia o l’evitamento causano disagio clinicamente significativo o compromissione del funzionamento in ambito sociale, lavorativo o in altre aree importanti.

H) La paura, l’ansia o l’evitamento non sono attribuibili agli effetti fisiologici di una sostanza (per es., una droga, un farmaco) o a un’altra condizione medica.

I) La paura, l’ansia o l’evitamento non sono meglio spiegati dai sintomi di un altro disturbo mentale, come disturbo di panico, disturbo da dismorfismo corporeo o disturbo dello spettro dell’autismo.

J) Se è presente un’altra condizione medica (per es., malattia di Parkinson, obesità, deturpazione da ustione o ferita), la paura, l’ansia o l’evitamento sono chiaramente non correlati oppure eccessivi.

Un particolare tipo di ansia sociale è legato solo alla performance e alla paura di parlare ed esibirsi in pubblico.

La diagnosi di ansia sociale può essere fatta solo da un professionista della salute mentale qualificato in seguito ad una valutazione globale del paziente che tenga conto di una varietà di fattori individuali e contestuali.

DSM-5-TR (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, versione rivisitata)

Fonte:

American Psychiatric Association. (2023). DSM-5-TR: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Raffaello Cortina Editore.

Ansia sociale: test

Ci sono diversi test e strumenti di valutazione utilizzati per valutare l’ansia sociale. Alcuni dei più comuni sono:

  1. Liebowitz Social Anxiety Scale (LSAS): È un questionario che valuta l’intensità e l’interferenza dell’ansia sociale in diverse situazioni sociali.
  2. Social Phobia Inventory (SPIN): È un breve questionario che misura i sintomi e l’impatto dell’ansia sociale sulla vita quotidiana.
  3. Social Interaction Anxiety Scale (SIAS): È un questionario che valuta l’ansia sociale nelle interazioni sociali e nelle situazioni di performance.
  4. Fear of Negative Evaluation Scale (FNE): È un questionario che misura la paura del giudizio negativo degli altri.
  5. Self-Statements During Public Speaking Scale (SSPS): È uno strumento che valuta i pensieri e le affermazioni negative durante le situazioni di parlare in pubblico.
  6. Behavioral Avoidance Test (BAT): È un test che valuta il livello di evitamento di situazioni sociali e di performance.

Questi strumenti sono solo alcuni esempi e vengono utilizzati come parte di una valutazione completa dell’ansia sociale. Solo un professionista della salute mentale qualificato può somministrare e interpretare correttamente questi test. 

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

“L’ansia sociale ci fa credere che il mondo sia un palcoscenico e noi gli attori principali, costantemente osservati e giudicati.”

Susan Cain

Ansia sociale: cura

Dopo aver visto le cause e i sintomi dell’ansia sociale, scopriamo le possibilità di cura. La buona notizia è che l’ansia sociale è trattabile.

Se pensi di avere problemi di ansia sociale un professionista della salute mentale come uno psicologo, uno psicoterapeuta o uno psichiatra, sarà in grado di valutare la tua situazione specifica e fornirti il supporto adeguato. In alcuni casi la soluzione più efficace può consistere nella psicoterapia associata ai farmaci.

La psicoterapia in particolare consente di modificare i modelli di pensiero e comportamento disfunzionali legati all’ansia sociale. Farmaci antidepressivi o ansiolitici possono essere prescritti da uno psichiatra nei casi più gravi per alleviare i sintomi.

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

“L’ansia sociale è come essere intrappolati in un cerchio vizioso di paure, dubbi e insicurezze.”

Anonimo

Ansia sociale: strategie di gestione efficaci e inefficaci

Spesso chi soffre di ansia sociale mette in atto delle strategie di gestione inefficaci come l’evitamento o comportamenti di sicurezza.

Tali strategie vengono messe in atto per proteggersi e sentirsi al sicuro dalla proprie paure. Sul momento producono una sensazione di sollievo, ma nel lungo termine non fanno altro che consolidare il problema o persino peggiorarlo!

Se continui ad evitare le situazioni che ti spaventano l’ansia peggiorerà e confermerai a te stesso che le situazioni sociali evitate erano effettivamente “pericolose”, oppure che i comportamenti di sicurezza messi in atto erano necessari per affrontare la minaccia.

Abbandonare strategie disfunzionali di gestione dell’ansia è un primo passo verso nuove possibilità di soluzione del problema più efficaci.

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

Affrontare gradualmente la paura

Se vuoi vincere l’ansia sociale puoi affrontare gradualmente ciò che ti spaventa. Quando hai paura tendi a difenderti, ma queste difese, forse inizialmente nate per uno scopo reale, nel tempo possono cristallizzarsi e diventare pesanti ed ingombranti se vengono applicate in modo rigido o eccessivo!

Immagina come sarebbe andare a fare un aperitivo indossando l’armatura di un cavaliere e tenendo a tuo fianco l’elmetto, lo scudo e la spada, sempre pronto e all’erta, per affrontare un potenziale nemico. Potrebbero essere strumenti di protezione eccessivi per quello che dovrebbe essere un momento piacevole di svago e relax.

Oppure immagina come sarebbe camminare sul lungomare indossando il salvagente ed i braccioli per paura di affogare! Per superare la paura dovresti prendere via via confidenza con l’acqua e verificare la tua capacità di stare a galla rimuovendo man mano gli strumenti di sicurezza non necessari.

Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione

Il solo pensiero di affrontare le proprie paure può generare ansia, ma è più utile affrontare le proprie paure anziché evitarle. Inoltre puoi affrontare ogni volta una giusta dose di ansia tollerabile. Questo approccio ti consentirà di fare esperienze positive che via via costruiranno il tuo senso di sicurezza in situazioni prima percepite come minacciose.

D’altra parte bisogna essere disposti a tollerare una giusta dose di discomfort se si desidera ottenere un cambiamento. Se non sei disposto ad uscire un po’ dalla tua comfort zone non ci sarà cambiamento. In alternativa il divano è comodo, ma non si attua il proprio cambiamento stando stravaccati comodi sul divano.

“L’ansia sociale è come un mostro che si nutre delle nostre insicurezze e ci impedisce di vivere pienamente la nostra vita.”

Amy Lemke

Psicologa psicoterapeuta per ansia sociale

In questo articolo abbiamo parlato delle cause, i sintomi, e le strategie di gestione dell’ansia sociale. Se soffri di ansia sociale questo problema impatterà negativamente il tuo lavoro, le tue relazioni o altre aree importanti di vita.

Secondo la mia esperienza molte situazioni possono sbloccarsi in tempi brevi grazie a strategie ed esercizi appositi. Posso aiutarti con un percorso psicologico cucito su misura per te. 

Sono una psicologa psicoterapeuta e ricevo presso il mio studio “Psiche in Movimento” a Verona Borgo Roma e online. Per una prima consulenza compila il form qui o contattami via WhatsApp.

Vorresti vincere l’ansia sociale?

Psicologa Psicoterapeuta a Verona e online

Ora che hai letto il mio articolo “Ansia sociale: cause, sintomi e strategie di gestione” forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Dottoressa Michela Malfatti

PhD Psicologa Psicoterapeuta

Copyright © www.psicheinmovimento.it

Testo protetto da copyright, vietata la riproduzione anche parziale (legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche).

Letture consigliate

Hendriksen, E. (2018). How to Be Yourself: Quiet Your Inner Critic and Rise Above Social Anxiety. New York, NY: St. Martin’s Press.

Bibliografia

American Psychiatric Association. (2022). Diagnostic and statistical manual of mental disorders (5th ed., text rev.). 

American Psychiatric Association. (2023). DSM-5-TR: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Raffaello Cortina Editore.

Add Your Comment

Leggi le recensioni